Dec 16, 2019 Last Updated 8:52 PM, Apr 1, 2019
Pubblicato in 2019
Letto 56 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto

Con grande gioia condividiamo un poco di storia della presenza dell’Ordine dei Frati Minori in Lituania, presso i quali le nostre sorelle, a Kretinga, svolgono la missione apostolica a loro affidata. Auguriamo che la presenza francescana sia sempre seme di “Pace e Bene” per ogni uomo e lampada nel cammino di fede verso il Signore.

“In questo anno 2019, i Frati Minori di Lituania festeggiano due momenti importanti della loro storia.
Il primo momento importante è il 550 anniversario dell’arrivo dei frati in Lituania, e il secondo è il 30 anniversario dell’uscita allo scoperto dei frati dopo l’occupazione sovietica.
È del 1253 la notizia della partecipazione dei Frati Minori al battesimo e alla incoronazione del re lituano Mindaugas.
Nel 1341 (o forse nel 1369) le cronache riportano il martirio dei primi Frati Minori in Lituania da parte dei pagani a cui annunciavano la fede.
Al capitolo provinciale di Varsavia celebrato nell’Epifania del 1468, venne deciso l’invio di frati in territorio lituano, mandati da Cracovia. Al 23 luglio del 1468 risale l’erezione canonica dei primi due conventi a Vilnius e Kaunas, costruiti l’anno successivo. I francescani osservanti erano conosciuti col nome di “bernardini”.
Nel 1530 si ha l’erezione della prima Provincia osservante di san Casimiro, riunita alla Polonia dopo soli 30 anni, e poi di nuovo autonoma nel 1627-1630. Riunita alla Provincia polacca, la Lituania ridiventa Provincia autonoma solo nel 1729. I frati si sono sempre dimostrati dalla parte del popolo anche nelle insurrezioni contro i russi.
Nel 1864 la Russia zarista sopprime la Provincia lituana, lasciando aperto il solo convento di Kretinga, sperando nella sua naturale estinzione.
Nel 1913 il convento di Kretinga comincia a riprendersi e viene annesso alla Provincia tedesca di s. Edvige.
Con l’indipendenza lituana del 1918 il convento di Kretinga rifiorisce: si fanno moltissime attività, si apre il ginnasio cattolico e i frati tornano a Kaunas, Tytuvenai, Troskunai e Pajuris.
Il 9 novembre del 1931 la Provincia di san Casimiro riceve lo status di Commissariato.
Al momento dell’occupazione sovietica del 1940, la Provincia era composta da 139 membri (70 frati, 25 sacerdoti, 34 chierici, 10 novizi). Il regime chiuse e nazionalizzò i 5 conventi e il ginnasio. I frati si dispersero tra Italia, Austria e Germania.
Nel 1944 i frati si insediarono negli USA e più tardi in Canada che nel 1946 si formalizzò come il Commissariato lituano di san Casimiro. Nel 1947, con le nuove Costituzioni dell’Ordine, il Commissariato diventa Custodia con diritto di Provincia (Vice Provincia).
Il 19 novembre del 1989, nella festa di Cristo Re, ancora in regime sovietico, i nuovi frati “underground” uscirono allo scoperto e celebrarono la prima Messa a Kretinga. A questi si unirono frati che si erano incardinati in diverse diocesi della Lituania.
Nel 1994 ai frati fu restituita la chiesa di Vilnius e nel 1995 il convento di Kaunas. Nel 2005 anche la chiesa di Kaunas ritornò ai frati.
Nel 2000 fu inaugurato il nuovo convento presso la Collina delle Croci a Siauliai.
Nel 2004 alla Vice Provincia Lituania ritorna il titolo di Provincia di san Casimiro.
Nel 2005 a Klaipeda si apre una nuova presenza.
Nel 2007 la Curia Provinciale ritorna a Vilnius.
In questo 2019 la Provincia di san Casimiro dei Frati Minori di Lituana consta di sei conventi in Lituania (Vilnius, Kaunas, Klaipeda, Kretinga, Pakutuvenai, Collina delle Croci) e due in nord America (Kennebunkport -USA, Toronto – CAN). Della Provincia fanno parte 33 frati professi solenni, 2 frati professi temporanei, un vescovo e un postulante.


Ultima modifica il Martedì, 26 Novembre 2019 14:39

Lascia un commento

Assicurati di compilare tutti i campi obbligatori (*).