Jun 25, 2021 Last Updated 8:52 PM, Apr 1, 2019

INDIA - Giornata Nazionale di Preghiera e Digiuno per la fine della pandemia

Pubblicato in 2021
Letto 65 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

LITTLE FLOWER COMMUNITY, PAMARRU (India) 

"Nessuno può affrontare la vita in modo isolato [...] C’è bisogno di una comunità che ci sostenga che ci aiuti e nella quale ci aiutiamo a vicenda a guardare avanti. Com’è importante sognare insieme!" (Fratelli Tutti, n.8) 

Ora ci troviamo in situazioni diverse per quanto riguarda la pandemia, solo che ora c'è un aumento massiccio del numero di casi. Registriamo circa 300.000 nuovi casi di Corona Virus ogni giorno. La seconda ondata ci ha colpito come uno tsunami, e non siamo ancora arrivati in cima! Aggiunta a questa apparente mancanza di pianificazione, con conseguente carenza di letti ospedalieri, farmaci antivirali, ossigeno e vaccini. Potrebbe peggiorare invece che migliorare!
In questo tempo pasquale di speranza e di luce, dovremmo insieme rivolgerci a Dio in questo tempo di angoscia. Quindi, la Conferenza Episcopale dell'India (CBCI) ha invitato tutti noi ad osservare venerdì 7 maggio come giornata di preghiera e digiuno per il sollievo dalla pandemia covid-19 nei paesi dell'Asia meridionale.
È organizzata dalla Conferenza Episcopale dell'India, dal Consiglio Nazionale delle Chiese in India e dalla Compagnia Evangelica dell'India, che insieme rappresentano 27,8 milioni di cristiani nella nazione, ed è sostenuta dal Consiglio Mondiale delle Chiese.
In una lettera pastorale alle chiese dell'India, il Consiglio Mondiale delle Chiese e la Conferenza Cristiana dell'Asia hanno detto: "Siamo con voi nella solidarietà e nella preghiera in mezzo alla sofferenza e alla perdita di migliaia di vite in India."
In questo giorno di digiuno e preghiera noi suore della piccola fraternità di Little Flower Pamarru ci siamo unite alla Santa Madre Chiesa e trascorriamo l'intera giornata in preghiera e digiuno, pregando per la fine della pandemia; una guarigione per gli infetti, conforto per coloro che sono in lutto, coraggio per i nostri lavoratori in prima linea, successo agli sforzi di coloro che sono impegnati nella ricerca e nella produzione di medicine e vaccini, e nell'accompagnamento pastorale di coloro che sono direttamente colpiti in modi diversi dalla pandemia.


 

Lascia un commento

Assicurati di compilare tutti i campi obbligatori (*).