Cookie Consent by Popupsmart Website La Festa… preparata… dalla Provvidenza
Jan 28, 2023 Last Updated 4:17 PM, Nov 21, 2022

La Festa… preparata… dalla Provvidenza

Letto 55 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)

E’ l’esperienza che abbiamo vissuto nella realtà della nostra parrocchia di Tavannes CH all’occasione della commemorazione del bicentenario della nascita del nostro venerabile e amato padre Gregorio.

Da tempo ci siamo poste l’interrogativo su come e quando vivere questo momento di vita ecclesiale e congregazionale così importante e significativo per noi. Come rendere partecipe ed interessata la comunità parrocchiale che ha ancora difficoltà a ricostituirsi dopo la pandemia? La Divina Provvidenza ci viene incontro, ci traccia il cammino e ci guida amorevolmente.

La data? Solennità del Corpus Domini: festa dell’Eucarestia! L’Eucarestia che egli tanto amava, a cui attingeva coraggio, fedeltà, prudenza, umiltà e spirito di sacrificio.

Il parroco, Hilaire Mitendo, appoggia con entusiasmo l’iniziativa e propone che durante la processione con il santissimo Sacramento, una delle quattro soste sia dedicata a Padre Gregorio.

Fervono i preparativi e la sensibilizzazione; noi suore ci adoperiamo con alacrità affinché la festa sia l’occasione per far conoscere ed amare il nostro fondatore. Tante persone collaborano affinché tutto contribuisca a lodare Gesù nell’Eucarestia e nello stesso tempo venga conosciuta la figura di padre Gregorio. E lui, padre Gregorio, è l’attore principale in tutta la fase di preparazione. “Padre Gregorio abbiamo bisogno di tanti petali di fiori, di fiori per addobbare i quattro altari che servono per la processione..., abbiamo bisogno di spighe di grano...,” . eccolo farsi presente tramite la Provvidenza. Andiamo a chiedere fiori ai supermercati della vallata, spieghiamo a cosa servono (anche questa diventa evangelizzazione) e sabato sera, vigilia della festa, i responsabili dei supermercati ci presentano carelli pieni di fiori: noi abbiamo la gioia di vedere i cesti ricolmi di profumatissimi e variopinti petali. Bussiamo alle porte degli amici che con grande generosità e gioia ci dicono di cogliere quante rose vogliamo. Le mani di Benedetta, la ragazzina che ci accompagna nel progetto, sono piene di calli provocati dall’aver reciso tante rose con le forbici: “Ecco Benedetta, nel futuro, quando sarai più grande, saprai come fare e quanto è bello contribuire a rendere gloria a Gesù nell’Eucarestia !!!”

E i fiori per gli altari? Ecco la famiglia Montavon recarsi premurosamente lungo le “Clos du Doubs” per cogliere “la Regina della foresta”. “Padre Gregorio abbiamo bisogno di una settantina di spighe di grano” per il momento dell’offertorio... ecco che l’agricoltore a cui ci siamo rivolte arriva sabato mattino presto con un covone, felice di contribuire alla festa.

Domenica mattina tutto è pronto: facciamo festa a Gesù nell’Eucarestia e al suo umile e fedele servitore. La santa Messa inizia con la processione. I bambini della prima Comunione biancovestiti spargono i fiori con venerazione, l’assemblea, accompagnata da due chitarre, loda e canta la gloria del Signore, i chierichetti portano con reverenza l’incenso, il parroco con profonda devozione porta l’Ostensorio. Grande e profonda è la partecipazione dei fedeli venuti dalle tre parrocchie per la solenne celebrazione. Tutto si svolge in un clima di preghiera, di raccoglimento, di lode. Alla quarta sosta, noi suore presentiamo brevemente padre Gregorio, uomo di una grandezza umana e spirituale incomparabile e di totale affidamento alla Divina Provvidenza.

Al termine della santa Messa tutti i partecipanti ricevono una breve biografia e la preghiera a Padre Gregorio, poi ci ritroviamo tutti in sala parrocchiale per la proiezione di un power point che illustra il nostro amato padre Gregorio. Quindi il meritato rinfresco.

I partecipanti sono stupiti e meravigliati dell’eroismo del nostro Fondatore, della sua fedeltà, della sua fede incrollabile e dell’abbandono filiale alla divina Provvidenza. Diverse persone ci avvicinano per avere informazioni più dettagliate sulla vita del venerabile e della nostra congregazione e si ripropongono di far ricorso a lui nella preghiera.

Con immensa riconoscenza possiamo cantare le meraviglie della Provvidenza. 

Lode e gloria a Te Signore Gesù

che ci hai fatto vivere un momento intenso di vita ecclesiale e congregazionale!!!

Le suore della comunità “saint Jean XXIII” TAVANNES

 

Testimonianza del Sig. Bernard Füeg -presidente delle assemblee parrocchiali

Domenica giugno 2022, presso la parrocchia di Tavannes, i fedeli commemorano il bicentenario della nascita del venerabile padre Gregorio Fioravanti, fondatore della Congregazione delle Suore Francescane Missionarie del Sacro-Cuore.

Una celebrazione, quella di questa domenica, organizzata con cura ed amore dal parroco don Hilaire Mitendo, da suor Beniamina, suor Deepthi, Bernard Koller, co-presidente del Consiglio parrocchiale, il diacono Gaby Noirat, l’animatore pastorrale Jean-Louis Crétin così pure i nostri bravi sacrestani Linda e Sandy Müller e i bravissimi chierichetti.

Questa ricorrenza si è “sposata” bene con la processione e la santa Messa del Corpus Domini. Un momento eccezionale di raccoglimento, dove soffiava lo Spirito Santo come dolce brezza posatasi benevolmente e in modo solenne su tutti i partecipanti.

Ogni partecipante infatti, attraverso le preghiere e l’espressione di un volto raggiante, con la solennità e profonda convinzione, esprimeva la sua fede nella presenza reale di nostro Signore Gesù Cristo. Fu un momento, questo, veramente unico, gratificante e ricco di riconoscenza.

La bella idea di far partecipare i bambini della prima Comunione, il coro “santa Cecilia”, l’organista, due chitarristi, Jean Louis et Diego Polato, così pure i bambini del coretto guidato da suor Beniamina ha contribuito a fare di questa cerimonia un magnifico evento religioso.

Come dono stupendo poi: un sole radioso ci ha rallegrati e un pannello di fiori ricco in colori, quasi fosse un tappeto ha coronato e colorato questo momento storico per la nostra chiesa.

A completare ed abbellire l’evento del bicentenario, presso la sala parrocchiale, è seguita una proiezione power point che le suore avevano preparato, con una magnifica retrospettiva sulla vita e il percorso spirituale del venerabile Fondatore e dell’opera da lui realizzata a partire dalla sua istituzione fino ai nostri giorni.

La gioia, il buon umore, i sorrisi e il piacere del ritrovarsi insieme sono palesi in tutti e specialmente in quanti hanno trascorso il periodo dell’infanzia presso la Scuola materna: una gioiosa condivisione di aneddoti, di splendidi e simpatici ricordi, vissuti con le suore.


 

Altro in questa categoria: E tu che sogno hai nel cuore? »

Lascia un commento

Assicurati di compilare tutti i campi obbligatori (*).

* Ho letto ed accetto l'informativa sulla privacy.

banner grotte di castro ita

Articoli più letti

"Duronia: bicentenario di P. Gregorio, momento di forte provocazione a vivere con più intensità la preziosità della nostra vita consacrata"

"Duronia: bicentenario di P. G…

16 Gen 2023 DA GROTTE DI CASTRO AL MONDO

Mi sarete testimoni

Mi sarete testimoni

31 Dic 2022 2022

E tu che sogno hai nel cuore?

E tu che sogno hai nel cuore?

31 Dic 2022 DA GROTTE DI CASTRO AL MONDO