Sep 20, 2021 Last Updated 8:52 PM, Apr 1, 2019
Pubblicato in 2021
Letto 44 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il nostro Fondatore Fr. Gregorio Fioravanti OFM, ci diceva: "Meravigliosi sono i tratti della Provvidenza alla quale nessuno ha diritto di chiedere perché questo, in questo modo e non altrimenti" (cf. F.1, p. 16) e certamente nelle mani del Padre tutto ha senso e acquista rilievo.

Sono suor Inés Portugal Encinas, Francescana Missionarie del Sacro Cuore, che da più di un anno sono stata inviata in Lituania e come Abramo ho sentito che Dio, per il voto di obbedienza, mi invitava a lasciare tutto ciò che finora avevo costruito, per intraprendere una nuova sfida missionaria (cf. Gen. 12,1-2).

È così che sono arrivata a Kretinga - Lituania, dove sono stata accolta molto fraternamente dalla mia nuova fraternita. Ho dovuto ricominciare tutto da zero: imparare la lingua, stabilire nuove relazioni, entrare in contatto con le persone certamente nuove nell'aspetto socio-politico, economico, ecc. La Lituania è un paese di grandi ricchezze spirituali e tradizioni antiche che la rendono un paese molto speciale e attraente.

All'inizio, ho incontrato diverse difficoltà che, tra l'altro, sono normali quando si cambia missione-paese. Nonostante le difficoltà e le sofferenze, ho sperimentato l'amore di Dio nella mia vita che a poco mi ha introdotto verso nuove sfide e grandi sorprese che soltanto Lui sa preparare.

Nel momento meno atteso, il parroco di Kretinga Fr. Juozapas Marija Žukauskas OFM mi ha chiesto il servizio d’accompagnare spiritualmente i bambini diversamente abili e i loro genitori nel centro finanziato da loro. Come fraternità FMSC abbiamo accolto con gioia questa proposta e anche nella certezza che Dio ci avrebbe sostenuto in questa nuova missione.

Il centro accoglie bambini dai 3 ai 12 anni. Propone diverse terapie per sviluppare le capacità e la comunicazione dei bambini come per esempio, la terapia dei sensi per sviluppare il vocabolario, della motricità e dell’autonomia del bambino. L'accompagnamento è individualizzato, cioè adattato alle specifiche difficoltà di ogni persona e regolarmente rivalutato in funzione dell'evoluzione.

Un mese fa ho partecipato al campeggio dei bambini e adolescenti diversamente abili.  Mi hanno assegnato la cura di un bel bambino che parla russo, ma che comprende anche il lituano; pian piano l'amicizia è nata da entrambe le parti, lui si sentiva accettato da me ed io sentivo che lui aveva bisogno di me ed era la persona più importante e preziosa che il Signore mi affidava in quel momento. Era il bambino che aveva più difficoltà nel gruppo, era inquieto, sempre arrabbiato, aveva mancanza di riconoscimento negli occhi, non mangiava né dormiva molto bene. Durante la giornata molte persone facevano a turno per prendersi cura di lui.

I bambini con capacità diverse sono diventati un bel regalo della Provvidenza divina. Dopo due giorni interi di essere accanto a lui e fargli sentire che era importante per me e soprattutto dargli affetto; il bambino è stato integrandosi e partecipando con calma alle diverse attività che i professionisti stavano organizzando

Sono state due settimane meravigliose che Dio mi ha donato per aiutarmi a crescere nell'amore e nella fede. In questa occasione ho sperimentato la presenza di Dio nella mia vita, ho sentito come Dio mi aveva fatto uscire dalle mie sicurezze senza che me ne accorgessi ed ora mi guidava verso nuove vie ... non ho opposto resistenza perché il Signore è diventato la forza per continuare a lavorare con questi bambini che sono una vera benedizione: "In verità vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me" (cf. Mt. 25,40).

Spero di essere per questi bambini uno strumento di Dio che li aiuti a scoprire Gesù nella loro vita attraverso piccoli gesti d'amore e servizi semplici e incondizionati.


 

Lascia un commento

Assicurati di compilare tutti i campi obbligatori (*).