Oct 26, 2021 Last Updated 8:52 PM, Apr 1, 2019

“ECCO, IO VENGO… PER FARE, O DIO, LA TUA VOLONTÀ”

Pubblicato in 2021
Letto 82 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Professione perpetua

Oggi 14 settembre 2021, il giorno in cui la Chiesa Universale celebra la Croce Gloriosa, la nostra Vice-Provincia “Santi Martiri D’Uganda” si riveste di festa anche perché sei delle nostre consorelle emettono la professione perpetua nelle mani di sr. Beltha Ngwashi, Superiora Vice-Provinciale, delegata della Superiora generale sr. Paola Dotto per questa circostanza.

Dopo una lunga preparazione spirituale a Roma e in Camerun, le sei sorelle sono pronte a pronunciare i voti perpetui che le impegneranno definitivamente nella “Sequela Christi” con il carisma specifico delle Suore Francescane Missionarie del Sacro Cuore e al servizio della Chiesa ovunque saranno inviate (Cfr. Cos. 56).

La Celebrazione Eucaristica è stata presieduta da Monsignor Jean Mbarga Arcivescovo Metropolita di Yaoundé nella parrocchia “St. Anne e S. Joachim” di Nkoabang. Il vescovo nella sua omelia ha detto che dobbiamo mettere questa cerimonia sotto il segno del ringraziamento, per:

  • la disponibilità delle nostre sei sorelle che si sono messe docili all’ascolto dello Spirito Santo e al suo santo operare;
  • le loro famiglie che hanno offerto le loro figlie al Signore accompagnandole nelle loro decisioni della scelta definitiva di vita consacrata;
  • la Chiesa che le ha accolte tramite la Famiglia Religiosa delle suore Francescane Missionarie del Sacro Cuore e che oggi riconferma l’appartenenza definitiva alla Congregazione,

Il vescovo le ha esortate come vivere le loro scelte: la vita consacrata è una chiamata che può essere realizzata soltanto se si crede, se si ha la fede. La fede è un dono che bisogna continuare a investire, anche se dobbiamo soffrire per essere fedeli al Signore. La fede che è stata ricevuta tramite i genitori è quella che dà il coraggio, il senso, la forza per rispondere alla chiamata del Signore perché il Cristo che confessiamo è vivo, è qui, è con noi.

Inoltre ha detto: “voi avete fondato la vostra vita religiosa sopra tre pilastri che sono i voti, i quali non devono essere percepiti come obblighi, ma come arricchimento spirituale vissuto alla luce del Signore che supera tutte le nostre capacità umane.

Prendiamo per esempio il voto di povertà che ci porta alla kenosi di Gesù, cioè a rinunciare a tutto quello che siate capaci di essere per vivere un continuo sacrificio di voi stesse “Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici” (Gv.15,13).  Questo è il voto di povertà! Non è un fatto di rinuncia dei beni che comunque passano; voi avete bisogno dei beni per servire i poveri, perché la povertà si vive essendo caritatevoli. Dunque, bisogna lavorare molto per sostenere la comunità in modo che essa sia caritatevole. Il voto di povertà è il dono della propria vita, dare la vita per gli altri. Questo implica comprendere che la vostra autonomia, indipendenza e capacità devono produrre il meglio per l'intero popolo di Dio.

Per quanto riguarda il voto di obbedienza, è Cristo stesso che lo ha motivato: “Sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato…”  (Gv. 6, 38) Egli è stato obbediente al Padre fino alla morte. Il voto di obbedienza è la fedeltà alla volontà di Dio ed è il più grande dono da accogliere e vivere.

Il voto di castità non è solo espressione di una ascesi spirituale, ma in verità la castità è vissuta come donazione generosa a Dio Padre, sull’esempio di Cristo al servizio di tutta l'umanità.

Siate gioiose della vostra scelta di vita consacrata e contagiate questa gioia a tutti quelli che incontrate. Siate le seguaci di Cristo nel mondo. Siate nelle vostre comunità il luogo di comunione universale (Cfr. V.C. 46), siate una famiglia religiosa fondata in Cristo che vive dell’amore che attingete dal Suo cuore trafitto sulla croce”.

Ringraziamo il Signore per questo evento così significativo che ricolma la nostra Vice-Provincia e la Congregazione nella lode e nella gioia per il dono delle sorelle:

Suor Maria Emeline Yungsi Kinyuy della Santa Croce
Suor Maria Prisca Nyisome Petuewoh del Santissimo Sacramento
Suor Maria Sylvia Bong Ngehseng dello Spirito Santo
Suor Maria Chiara Fredya Mouraguele della Misericordia Divina
Suor Maria Pascaline Yenmole della Eucaristia
Suor Maria Juliette Fonyuy della Divina Volontà

“Tu sei nostra vita eterna, grande e ammirabile Signore,
Dio onnipotente, misericordioso Salvatore”

Ultima modifica il Giovedì, 23 Settembre 2021 07:50

Lascia un commento

Assicurati di compilare tutti i campi obbligatori (*).