Nov 27, 2021 Last Updated 8:52 PM, Apr 1, 2019

RIMANERE - ACCOGLIERE - CREDERE. XVI CAPITOLO DELLA PROVINCIA “SANTA MARIA DEGLI ANGELI”

Pubblicato in 2021
Letto 43 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Rimanere in Cristo per vivere con fede missionaria la nostra relazione fraterna” è il titolo del XVI Capitolo della Provincia “Santa Maria degli Angeli”, il cui percorso di preparazione si è ispirato al Vangelo di Giovanni, “La vite e i tralci”. Il Capitolo si è svolto in Casa Madre a Gemona del Friuli dal 26 giugno al 4 luglio 2021. Suor Paola Dotto, Superiora Generale, è giunta in Casa Madre qualche giorno prima dell’inizio del Capitolo, in modo da salutare e dare conforto alle sorelle tanto provate dalla dolorosa esperienza del Coronavirus, che le ha colpite dal novembre 2020 al gennaio 2021, e questo assieme alla Vicaria Generale Suor Tiziana Tonini, alla Consigliera Generale suor Augusta Visentin e alla Superiora della Vice-Provincia “S. Martiri d’Uganda” Sr. Beltha Ngwashi Mange.

Sabato 26 giugno sono arrivate in Casa Madre le sorelle delegate e la domenica hanno vissuto il tempo importante del ritiro in preparazione al Capitolo, dal titolo “Non temere, solo credi!”, guidato da Suor Grazia Paris della Congregazione delle Dorotee di Cemmo, che ha dato dei significativi e concreti spunti per le sorelle delegate. Il ritiro si è articolato in tre flash: scopo del capitolo provinciale – discernimento - passaggio dall’individuo alla persona, e in tre parole chiave: RIMANERE - ACCOGLIERE - CREDERE.

Lunedì 28 giugno, memoria liturgica di Sant’Ireneo Vescovo e Martire, l’Eucaristia è stata presieduta dall’Arcivescovo di Udine Andrea Bruno Mazzocato. Nell’omelia il Vescovo ha preso spunto dalla prima lettura, Genesi 18, 16 - 33: Abramo è il grande uomo di preghiera, a cui tutti noi dovremmo guardare, egli si rivolge a Dio con umiltà, costanza e coraggio; questo dovrebbe essere anche il nostro atteggiamento, grazie al quale saper metterci in ginocchio per affidare a Dio, la nostra Congregazione, l’intera Chiesa e tutta l’umanità in un tempo storico difficile, dove la preghiera è la dimensione essenziale del consacrato e del credente.

Il Vescovo, poi, con Suor Paola e suor Giordana, ha portato il saluto e la sua benedizione alle sorelle dell’infermeria; egli è stato particolarmente attento e presente alla grande sofferenza vissuta in Casa Madre a causa del coronavirus.

L’Apertura del XVI Capitolo Provinciale è iniziata alle ore 10.00 in Chiesa, le sorelle delegate si sono riunite per la preghiera alla presenza di suor Paola, di suor Tiziana, di suor Augusta, di suor Beltha. Il Vangelo delle Nozze di Cana è stata la Parola di Dio proposta per la Liturgia di inizio Capitolo, perché solo assumendo gli atteggiamenti di Maria si può di guardare oltre a noi stesse e affidarsi a Gesù: Fate tutto quello che Egli vi dirà. Dopo la preghiera suor Paola ha consegnato ad ogni capitolare un lume, segno di Gesù e della sua Parola. Le Capitolari, poi, sono scese processionalmente in Sala Capitolare, dove suor Paola, presidente del Capitolo, ha dichiarato ufficialmente l’apertura del XVI Capitolo Provinciale

Suor Paola ha ascoltato con attenzione la relazione della Superiora Provinciale suor Stefania Bandiera, evidenziato la concretezza della relazione, sottolineando come la pandemia da un lato ha reso più difficile il cammino, dall’altro ha messo in risalto il coraggio e la capacità di prendersi cura le une delle altre. I successivi interventi si sono focalizzati, in particolare, sul dramma vissuto in Casa Madre nei mesi da novembre 2020 e gennaio 2021. Le sorelle più direttamente coinvolte in questa sofferenza indescrivibile ed inimmaginabile, hanno condiviso in assemblea la loro esperienza ancora viva e forte, tutte hanno ascoltato con commozione, tutte hanno espresso la vicinanza e la solidarietà arrivata da Gemona e anche da tutte le missioni della nostra Congregazione.

Martedì 29 giugno, Solennità dei SS Apostoli Pietro e Paolo, è stata celebrata con gioia la festa di compleanno e onomastico e della Superiora Generale suor Paola.

Il parroco di Gemona, Mons. Valentino Costante ha presieduto la Celebrazione Eucaristica del mattino, mettendo in risalto l’orazione della liturgia odierna, della solennità dei Santi Pietro e Paolo, in cui i due Apostoli sono chiamati “amici di Dio”, per ricordarci che l’obiettivo della nostra vita è proprio questo: essere amici di Dio. Nella giornata e nei giorni successivi l’assemblea capitolare è stata impegnata nelle consuete formalità e nelle presentazioni delle relazioni, nelle condivisioni e nelle discussioni per la preparazione del nuovo documento capitolare.

Durante tutta la giornata sono stati vari i momenti per esprimere gli auguri alla nostra Madre Generale SUOR PAOLA: i canti a colazioni, la preghiera speciale in sala capitolare, il pranzo ben preparato per l’occasione con la torta che ha coronato tutto. Speciale è stata la ricreazione della sera: tutte le sorelle delegate e tutta la fraternità di Casa Madre si è unita in una allegra e distensiva serata di festa per la nostra carissima suor Paola. Le suore, giovani e non, pur con poco tempo, hanno preparato canti, danze, poesie, piccole drammatizzazioni gioiose e significative.

Mercoledì 30 giugno le sorelle delegate, dopo aver invocato lo Spirito Santo nell’Adorazione Eucaristica, hanno eletto il nuovo Consiglio Provinciale così costituito:

Suor Stefania Bandiera                      Superiora Provinciale
Suor Francesca Fiorin                        Prima Consigliera e Vicaria                          
Suor Miranda Sforza                          Seconda Consigliera
Suor Giordana Marta                         Terza Consigliera
Suor Chiara Ceron                             Quarta Consigliera

Tutte le sorelle presenti in Casa Madre hanno accolto con gioia il nuovo Consiglio.

Dopo l’annuncio alle sorelle della comunità di casa Madre, Suor Paola, con le consigliere suor Tiziana e suor Augusta hanno accompagnato Suor Stefania e il nuovo Consiglio a salutare le care sorelle dell’infermeria.

All’interno del percorso del Capitolo si è riservato un momento particolare per la Visita  al cimitero.

Fin dal mattino, del venerdì 2 luglio nella Liturgia delle Lodi e nella Celebrazione Eucaristica sono state ricordate le nostre sorelle defunte, in particolare quelle che ci hanno lasciato a causa del Coronavirus; nel pomeriggio, alle 17.00 tutte le sorelle capitolari si sono recate in auto al cimitero di Gemona, per una preghiera, un saluto alle nostre sorelle, a Padre Gregorio e ai nostri cari frati francescani.

Sostare davanti alle tombe delle nostre sorelle, soprattutto di coloro che a causa della pandemia non sono state accompagnate con la liturgia consueta, ha provocato in tutte tanta emozione pur nella certezza che la comunione spirituale è stata ed è ancora più forte.

 La mattinata del 3 luglio ha visto la conclusione dei lavori in assemblea e così, nel primo pomeriggio, suor Paola, dopo la lettura della sua relazione finale, ha dichiarato la chiusura del XVI capitolo della Provincia “Santa Maria degli Angeli”.

Suor Paola e le sue Consigliere hanno donato alle sorelle di tutte le Comunità della Provincia bellissimi doni!!! Ed inoltre, hanno donato alla Comunità di Casa Madre, una stupenda casula e un copri-ambone che ci presenta Giuseppe e Gesù nella vita quotidiana.

Alla sera tutte le sorelle hanno vissuto un super festa finale per accogliere festosamente Suor Stefania e il suo Consiglio e rende lode con l’allegria al Signore della settimana trascorsa assieme.

La Santa Messa di Ringraziamento per il Capitolo Provinciale è stata celebrata il 4 luglio.

La sera un grande arcobaleno, a vivaci colori, è apparso nel cielo; segno per tutte di Speranza, di Pace, di fraternità per il nostro cammino di Francescane Missionarie del Sacro Cuore.


 

Lascia un commento

Assicurati di compilare tutti i campi obbligatori (*).