Nov 27, 2021 Last Updated 8:52 PM, Apr 1, 2019

“QUALSIASI COSA VI DICA, FATELA” (Gv 2,5) - Per sempre FMSC suor Lisa Grace di Gesù e Maria

Pubblicato in 2021
Letto 39 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il giorno 16 ottobre, nella Chiesa della casa provinciale a Peekskill - USA, è stata vissuta una grande gioia: la professione perpetua di Sr Lisa Grace. Le suore riunite hanno potuto gustare la “bontà” del Signore e la forza del suo Amore che continua ad amare, chiamare, inviare sue consacrate nella Chiesa e nel mondo attraverso la nostra Famiglia religiosa.

Ringraziamo sr Lisa Grace per il suo generoso “si” e ascoltiamo dalle sue parole come ha vissuto la sua donazione totale a Colui che da sempre l’ha scelta.

Se potessi descrivere la mia esperienza di sabato 16 ottobre 2021 in una sola parola sarebbe "gioia". La gioia è ciò per cui ringrazio particolarmente Gesù, ciò che ricordo di più di quel giorno. Il suo amore inesauribile, la sua tenerezza e la sua fedeltà che sono entrati nel mio cuore mentre mi donavo completamente a Lui attraverso la professione perpetua dei voti di obbedienza, povertà e castità traboccavano e mi lasciavano una profonda sicurezza interiore, la fiducia che Egli dirigerà sempre la mia vita e non mi lascerà mai sola, anche se la mia debolezza e gli inevitabili cambiamenti della vita sembrano complicare le cose.

Da allora ho capito: «Questo è ciò che intendeva san Francesco quando parlava della gioia vera e perfetta di Dio». Padre Thomas Kreiser, che ha celebrato la Messa nella Cappella di Santa Margherita da Cortona presso la nostra Casa Provinciale a Peekskill, New York, mi ha ricordato che questa vocazione è un dono per tutta la Chiesa. Ha fatto riferimento anche alla parabola di Gesù delle dieci vergini nel Vangelo di Matteo, scelta perché mi parlava dell'importanza della consapevolezza, l'"olio" che devo avere per perseverare affinché l'amore del Sacro Cuore di Gesù possa essere condiviso. E quindi devo scegliere costantemente la conversione attraverso la preghiera, il silenzio, lo spirito di collaborazione e di gratitudine.

Ringrazio Dio per avermi mostrato il suo volto nelle suore, nei nostri fedeli Associati Laici e in tante altre persone che ha posto sul mio cammino. Spero, sempre di più, nelle parole di p. Gregorio, per «imparare a fare il bene... e poi lasciare il resto alla Provvidenza».


 

Lascia un commento

Assicurati di compilare tutti i campi obbligatori (*).