Cookie Consent by Popupsmart Website PER ESSERE FELICE HO BISOGNO SOLTANTO DI UN LIBRO
Dec 07, 2022 Last Updated 4:17 PM, Nov 21, 2022

PER ESSERE FELICE HO BISOGNO SOLTANTO DI UN LIBRO

Pubblicato in 2022
Letto 101 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

«Il libro è forza, è valore, è potere, è cibo; 
fiaccola del pensiero e sorgente dell'amore» (Rubén Dario)

Il mondo latinoamericano cambia vertiginosamente, una nuova cultura si impone lasciando alle spalle valori umani e cristiani che erano il sostentamento, la base e la realizzazione dell'essere umano. Tra questi, la lettura, il libro e allo stesso tempo, la gratitudine. Entrambi si inquadrano e si riflettono in un omaggio postumo, di gratitudine e di affetto ad una suora italiana della Congregazione delle suore Francescane Missionarie del Sacro Cuore: suor Vittorina Colla Gallina.

Ci convoca la cerimonia d’inaugurazione di una nuova biblioteca per la grande scuola Bicentenario Felmer Niklischek, dell'Australe e bella città lacustre di Puerto Varas - Cile. Evento che acquista notevole rilevanza dal momento in cui il libro viene sostituito dalla tecnologia, che è più veloce, istantanea, di facile accesso, raggiungibile da qualsiasi luogo e a basso costo ma, che non può detronizzare il tesoro che si nasconde nei libri, che aprono le porte della vita umana e che si proiettano all'eternità, perché non c'è valore umano e divino che non si trovi in un libro.

"Dei vari strumenti inventati dall'uomo, il più sorprendente è il libro; tutti gli altri sono estensioni del suo corpo... Solo il libro è un'estensione dell'immaginazione e della memoria" (Jorge Luis Borges).

Il ricordo e la gratitudine a suor Vittorina, come anche la valorizzazione del libro, si concretizza, per esempio, con la inaugurazione della biblioteca alla presenza dell’autorità di diversi settori: il signor sindaco del Comune, le autorità educative della Fondazione Educativa Laura Leroux, delle Suore Francescane Missionarie del Sacro Cuore, delle scuole cattoliche, della Chiesa locale, degli insegnanti, professionisti di sostegno, assistenti dell'educazione, alunni, genitori, incaricati e amici del Liceo.

Nella vita di suor Vittorina ci sono state molte iniziative a beneficio della scuola, come l'estensione dell'Insegnamento tecnico professionale nel 1987 o la costruzione di padiglioni, laboratori e le sale destinate all'educazione, il riconoscimento dell'eccellenza accademica e delle nuove avanguardie che favoriscono l'intera comunità. Tutto ciò è stato realizzato a beneficio della comunità: questa era la sua vera missione.

Oggi, viene benedetto questo luogo bello, pieno di significato e di sfide. Un sacerdote della congregazione del Verbo Divino, invoca e trasmette la benedizione di Dio ai presenti e alla Biblioteca “Suor Vittorina”, mentre le targhe commemorative vengono svelate e la religiosa Presidente della Fondazione Educativa Laura Leroux taglia il nastro tricolore che viene consegnato a tutti i presenti in ricordo di questo evento.

In questo modo viene inaugurato questo luogo dedicato alla lettura, alla ricerca e all'intrattenimento attraverso il buon uso dei libri che qui attendono di essere aperti per trasmettere tutta la loro saggezza. A tal fine, occorre non solo tempo, spesso non disponibile, ma anche politiche educative che promuovano e affrontino l'importanza della lettura ludica, dalle fasi infantili e giovanili a quelle adulte, talvolta dimenticate. «Leggi e guiderai, non leggere e sarai condotto» (santa Teresa d'Avila).


 

Ultima modifica il Lunedì, 04 Luglio 2022 21:46

Lascia un commento

Assicurati di compilare tutti i campi obbligatori (*).

* Ho letto ed accetto l'informativa sulla privacy.