Cookie Consent by Popupsmart Website Il desiderio di crescere nell'intimità di Dio Laici Associati FMSC – Testimonianza di Philippe e Claire Nogaret
Feb 02, 2023 Last Updated 4:17 PM, Nov 21, 2022

Il desiderio di crescere nell'intimità di Dio Laici Associati FMSC – Testimonianza di Philippe e Claire Nogaret

Pubblicato in 2022
Letto 72 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

In occasione della veglia del Transito di San Francesco, oggi 03 ottobre 2022, le Suore ci hanno chiesto di dare la nostra testimonianza di Laici Associati della Congregazione. Dobbiamo precisare che Philippe non si è impegnato come membro della FMSC, aderisce totalmente alla spiritualità francescana e partecipa ai grandi eventi della comunità FMSC. Io sono in cammino dall'ottobre 2013, e ho pronunciato la mia promessa definitiva l'8 giugno 2018, nella solennità del Sacro Cuore.

Da poco siamo in pensione e i nostri orari sono meno sovraccarichi; siamo alla ricerca di un nuovo ritmo di vita per dare a Dio tutto il suo posto nella nostra vita personale, di coppia, familiare (con i nostri figli e le loro famiglie). Abbiamo ancora e sempre bisogno di essere incoraggiati, consigliati, nutriti... per cercare di portare, in coppia, una testimonianza luminosa nel nostro ambiente. 

Molto prima di essere laica associata, mi ero impegnata in parrocchia: Catechismo a Lione, poi a Tarbes e a Le Mans; poi, successivamente, e a seconda delle necessità, ho partecipato all'equipe liturgica, l'equipe di animazione pastorale, al catecumenato, all'equipe sepolcrale, alla distribuzione del bollettino parrocchiale. Inoltre, ho fatto volontariato alla società St Vincent de Paul, per una decina d'anni.

Da parte sua Philippe ha beneficiato, da bambino, di una solida educazione religiosa ed è sempre stato incline a portare soccorso o accompagnare i più piccoli. Lo testimoniano la sua partecipazione a soggiorni di vacanza per disabili, poi il suo impegno nell'associazione «Foyer Notre-Dame des sans-abris» (Lione), le sessioni di sostegno scolastico per bambini in difficoltà, l'impegno per difendere la vita dall'inizio alla fine (Alliance Vita). Per Philippe, San Francesco è un santo molto moderno: ha un grande rispetto per la creazione. Il suo stile di vita si basa su una grande sobrietà, sull'attenzione al più debole e al povero. Infine, ama i musulmani ai quali desidera portare la verità di Gesù Cristo, attraverso le azioni concrete della sua vita e l'insegnamento di nostro Signore, di cui San Francesco ha testimoniato in tutta la sua radicalità. Tutto ciò di cui ha bisogno oggi il nostro Mondo! 

Quanto a me, all'inizio, mi impegnai piuttosto per dovere, per rispondere ai bisogni (cosa che mi ha portato a impegnarmi a volte in un servizio che non andava affatto bene alla mia personalità... da allora ho imparato a discernere e a saper dire di no!) Approfondire la mia fede poco a poco (catecumenato seguito dal sacramento della cresima nel 1993; formazione diocesana), poi scoprire la spiritualità francescana e pronunciare la mia promessa, mi ha fatto prendere coscienza che è Cristo che io servo per primo attraverso questi servizi, Rispondo al suo amore con l'amore del prossimo nel quale Dio è misteriosamente presente, e che con mezzi molto semplici posso portare gioia, speranza, pace.

In questo la fraternità FMSC che incoraggia la vita fraterna, la vita di preghiera, la formazione, la missione quotidiana è un sostegno. In particolare la fraternità di cinque Laici associati che si riunisce mensilmente dal mese di maggio 2021 (grazie alla pandemia COVID): Pregare insieme e sostenerci l'un l'altro nella preghiera, condividere il nostro vissuto cercando di individuare la pedagogia di Dio nelle nostre vite, approfondire la spiritualità francescana, tutto ciò contribuisce a conoscerci meglio, diventare veramente sorelle e fratelli in Cristo, e ripartire rafforzati e gioiosi.

Il legame con la comunità delle suore è un elemento essenziale: le ritroviamo con gioia per celebrare le feste francescane, la Santa Messa durante la settimana o la domenica; ci uniamo alla loro preghiera per intenzioni più particolari, per esempio per i 200 anni dalla nascita di padre Gregorio Fioravanti, nostro fondatore. Alla casa molteplici segni ci ricordano la nostra appartenenza alla grande famiglia francescana, e ciò che questo implica per noi: il Tau, la corona francescana, la croce di San Damiano, una statuetta di San Francesco nel nostro luogo dedicato alla preghiera, l'immagine di Padre Gregorio...

San Francesco è lì, e ci invita alla lode, ad essere sempre più determinati a seguire Cristo con perseveranza, fedeltà, fiducia nella grazia. Questo non è facile! È una lotta, e un'opera da riprendere ogni giorno, un desiderio di crescere nell'intimità di Dio da vivificare incessantemente, un consenso all'abbandono per «fare ciò che piace a Dio di realizzare, in me e per me» (San Francesco).

Ultima modifica il Mercoledì, 02 Novembre 2022 19:53
Altro in questa categoria: In Dio, la vera gioia »

Lascia un commento

Assicurati di compilare tutti i campi obbligatori (*).

* I have read and accept thePrivacy Policy.